Lame, tralci e possibilità


Su compassioni erose strofino
con incidenza d’altalena,
come un pattino in piroetta.

Il ferro si fa lama,
la lama filo,
il filo volontà.

Caccio in fornace
calda di linfa, resina e vita.

Schianto nella notte liquida
al gelo del verbo voglio.

Infodero in me
per dar olio di terra
e profumi di mare.

Respiro lento.

Mi faccio cerchio di luce.

Taglio.

Recido funi e catene,
intrichi e viluppi,
aspettative ed attese.

Faccia ad un orizzonte
assaporo aria
muovo passo.

Agli occhi
umido
nei dolori
inflitti.

Possibilità di essere uomo.

Il suo prezzo
non lo paghiamo mai da soli.

Annunci

3 pensieri riguardo “Lame, tralci e possibilità”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...