I dirupi dell’anima


Guida alla lettura

Cosa fai se perdi l’amore, ma non perdi il tuo amore?

Annego in silenzi monchi,
i miei;
lacune nelle parole
quando terminano senza avviso.Sul cuore,
terra arida e frantumata,
avvizziscono le piante buone.

Per dispetto e calunnia
sboccia il fior di dolore
a mucchi e cespugli.

Mi tentano i colori accessi
e le nette fragranze
intinte nell’ira.

Alzo gli occhi,
passo oltre
e scelgo di credere.

Provo ancora a colmare i silenzi,
i miei.

P.S.
È un componimento di qualche anno fa… l’ho ritrovato e ve lo ripropongo
Annunci

50 pensieri riguardo “I dirupi dell’anima”

    1. … l’ho appena pubblicata… grazie per i complimenti.
      Lo stile è una cosa del momento… va e vine e cambia… non so mai come sarò domani e spesso non so neppure come sono stato ieri

      Mi piace

          1. fff.. ma non lo mettere sul personale! Io non ho faccio “coming out”. Parlo di situazioni e di possibili azioni che possono capitare a chiunque.

            Mi piace

    1. anche…. ma anche, per esempio il vuoto dilaniante dell’incertezza… tutti quegli spazi che vorresti fossero riempiti dall’altro e rimangono invece cosa tua

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...