Archivi categoria: Diario della Felicità

Azione compiute durante il giorno per essere felici.

Emozioni nel canto delle pietre


Pino Daniele e Fiorella Mannoia
Pino Daniele e Fiorella Mannoia

Verona 01/09/2014

È una notte ampia che anche presa a sorsi gonfia il petto.

È notte tersa, che quasi non ci credi.

Ci sono code e schiamazzi e altri tempi regalati alla noia.

Quando finalmente entri, tra il grigio millenario e il rosa di qualche alba che hai dentro, sorridi.

Perché è sera e ti senti mattina. Perché premuto tra le ali di pietra ti senti piumino che tiene al caldo la vita.

Poi la scena si desta in una teoria grandiosa, in una merlatura di successi, fragile come tutte le prime volte.

Ci vorrebbe silenzio, ma non si freme con labbra chiuse, ci vorrebbe un golfo e un vulcano e tutti i colori di una città disordinata.

E poi, gli archi, gli ottoni, una voce, poi due e la magia inizia piano.

Tra una canzone e un assolo, tra un duetto e uno sfumato i miei pensieri vanno in controtempo.

Alzo gli occhi al cielo, oltre la cupola viola di luce, oltre le genti: una stella cadente mi fa sospirare un desiderio incredulo.

Poi le luci cambiano, e l’uomo si fa quercia e la donna una cincia infuocata…

e poi.. e poi… poi…

sono sensazioni da conservare sulla carta dell’anima.

P.S.
8 mesi per pubblicarla… non è poco

Annunci

Stupor vitae


English version

Stupor Vitae
La vita ci meraviglia.. poco
perché ci dimentichiamo di ammirarla con stupore.

Serendipity, meraviglia, stupore, la forza della vita, il gancio di salvataggio.

Sono nomi che noi diamo ad azioni della vita, la vita intesa come essa stessa un essere vivente, che ha bisogno di noi e noi di lei per compiersi.

Imparare a vivere con questa consapevolezza, crederci, avere fede, essere nel qui e ora, lasciandosi trasportare fiume e sfruttandone le correnti.

E tante altre parole, ma non bastano ricominciamo a meravigliarci.

Igor Sibaldi ci dice di provarci coscientemente, di guardare un albero e, come un bimbo, alzare il dito e dire “Albero!!” come se fosse la cosa più straordinaria del mondo.

Provateci, io ci ho provato, e dopo un po’ funziona… ed è fantastico.. anzi no.. è semplicemente vitale…

Il diario della felicità: versione pandemica!!


L’Idea

Dopo l’articolo “Il diario della felicità: chiamata alle penne!“, mi è venuta l’idea di far diventare virale il diario della felicità (grazie Laurin42 per lo spunto!!!).

Tra qualche tempo potremmo raccogliere gli articoli per costruire un diario vero e proprio! Che ne dite?!?!?!!!

Il primo post!

Questo è il primo post di questo tipo, ed è anche la mia azione per essere felice. #DiarioDellaFelicità


Regole

Scrivere nel post #DiarioDellaFelicità (per i motori di ricerca)

Assegnare un tag o una categoria specifica (altrimenti è difficile recuperare i messaggi).

Ogni giorno scrivere tre (o almeno una) cosa che ci ha reso felici o, meglio, che abbiamo fatto per essere felice. (La cosa, pare, addestri il cervello ad essere felice.)

Linkare il primo articolo della serie degli altri blog aderenti che seguiamo direttamente (dovrebbe accadere che si generino un po’ di pingback nei commenti 😀 Se succede è una cosa buona: questo vuol dire che si sta costruendo la rete)

Chi non ha un blog scriva la sua azione nei commenti 😀


Istruzioni passo passo.

1 fare copia in colla di quanto sopra:

#DiarioDellaFelicità

[Scrivie le tue azioni i oggi]

Seguo:
https://lucidido.wordpress.com/2014/04/18/il-diario-della-felicita-versione-pandemica/
se un altro vostro amico inizia questa attività aggiungetlo qui sotto

2 Assegnare la categoria

Pubblicare il posto sotto la categoria “Diario della Felicità”, se non l’avete createla premendo su “+ Aggiungi una nuova categoria”

Il diario della felicità: chiamata alle penne!


Ciao a tutti.  Ieri mi hanno proposto di compilare il diario della felicità.

Cioè ogni giorno scrivere tre (o almeno una) cosa che mi ha reso felice o, meglio, che ho fatto per essere felice.

La cosa, pare, addestri il cervello ad essere felice.

Siccome mi conosco e so di essere incostante vi propongo di farlo insieme, così magari… Chi ci sta?

Dovremmo anche decidere come farlo, ma per ora si potrebbe semplicemente commentare questo post.

Che ne dite?